Eventi

Il tradimento nel terzo millennio: per sesso o per amore?

L’universo degli affetti nel terzo millennio

https://amoriquattropuntozero.wordpress.com

IL TRADIMENTO NEL TERZO MILLENNIO: PER SESSO O PER AMORE?

A cura della Dott.ssa MARIA LETIZIA ROTOLO, psicologa-psicoterapeuta

Giovedì 22 MARZO 2018 ore 20,30

Presso CIRCOLO LA FATTORIA, via L. Pirandello 6, Bologna

Ingresso libero, non occorre la prenotazione

 

Il tradimento nell’accezione corrente è una parola tremenda, carica di valenze negative, un marchio infamante. Perché si tradisce? Quali sono le emozioni in gioco dalla parte del traditore e del tradito? Si tradisce per sesso e/o per amore?

Durante il seminario affronteremo i seguenti temi:

Tradire in amore significa rompere un equilibrio che è stato accordato, che è stato voluto, che è stato costruito dall’azione congiunta di due persone.

Il tradimento di coppia in genere rappresenta a volte più che la ricerca di un’evasione sessuale, una risposta a un generico senso d’insoddisfazione nel rapporto, soprattutto coniugale. L’infedeltà può dare luogo a due tipi di sentimenti diversi: delusione e rimorso verso il partner abituale oppure senso di soddisfazione, psicologico e sessuale, tanto è vero che in alcuni casi l’esperienza occasionale riesce perfino a influenzare positivamente l’esperienza abituale.

Si tradisce nel terzo millennio per sesso e/o per amore?

Cercheremo di trattare questi temi ed altri temi durante il seminario, ad esempio:

  • Perché si tradisce?
  • Il ghosting
  • Nuove infedeltà
  • “Meglio raccontarsi tutto o tacere?”: qual è la risposta giusta?
  • Cosa fare se scoprite di essere traditi?
  • Quali sono le emozioni del tradimento?
  • Come comportarsi con il partner?
  • È possibile superare un tradimento e, anzi, innamorarsi di nuovo del partner?
  • Bisogna troncare o meno il rapporto col partner che ci ha tradito? Oppure perdonare?

 

Per informazioni: telefonare al 3286852606 o scrivere a marialetizia.rotolo@hotmail.it

http://www.marialetiziarotolo.it

Annunci
Eventi

Dipendenza dalle chat, amore su Internet, e altri strani fenomeni …parliamone insieme

Dipendenza da chat, amori su internet e altri strani fenomeni è il titolo di un articolo apparso su Pshttp://www.psychomedia.it/pm/modther/probpsiter/ruoloter/rt100-05.htm, a cura di Paolo Migone, Condirettore della rivista Psicoterapia e Scienze Umane, psichiatra e psicoanalista, a cui tutto il mondo del sociale attinge, come prima battuta, nel momento in cui si trova a riflettere sul fenomeno.

Grazie alla disponibilità dell’autore stesso, avremo nel corso di questo incontro la possibilità di confrontarci sui temi, in un momento di lavoro dal carattere informale, ma non privo di contenuti e di temi di largo respiro
Presentazioni di situazioni comuni offriranno lo spunto per riflessioni informali, responsabili di progetti sociali,porteranno contributi fecondi di idee nuove che solleciteranno considerazioni sia in merito ai presupposti teorici che a buone pratiche che si potranno sperimentare, per contribuire a costruire e rinforzare “real network”con la giusta attenzione ai mutamenti del tempo.

Parma, 27 marzo 2018 presso i locali del Portico, strada Quarta, 23

Eventi

Nei suoi panni

Un’esperienza attiva tra Swap Party e Consapevolezza Sociale

24 marzo 2018 ore 15,00
Centro Servizi per il Volontariato
Sala delle Colonne
Via Orfanotrofio, 16 – Biella

“Vestita così se l’è proprio andata a cercare.”

Quante volte abbiamo sentito dire frasi come questa?
Oppure ci è accaduto, se non di dirle, di sorprenderci a pensarle, pur essendo donne?
Perché tutti, senza esclusione, siamo immersi nella stessa “conserva culturale”.
Ed è difficile non cadere nei suo tranelli, senza un buon allenamento di consapevolezza.
I nuovi media, poi, consentono a chiunque, nascosto dietro una tastiera, di erigersi a giudice colpendo una persona ovunque non solo nella sua realtà quotidiana.
Nasce così l’idea di coinvolgere donne e ragazze in un pomeriggio tra il gioco fashion dello scambio di abiti usati e la riflessione su stereotipi e pregiudizi sulle donne.

L’evento è un’iniziativa dell’associazione “Non sei sola” e di numerose associazioni sul territorio (elenco in via di definizione).

La partecipazione è gratuita ma è indispensabile la prenotazione.
Le partecipanti dovranno portare tre capi d’abbigliamento che intendono scambiare con le altre partecipanti.
Si suggerisce di indossare abiti comodi.

L’incontro sarà condotto dalla Dr. Stefania Macchieraldo,
sociologa, psicologa clinica, conduttrice di gruppi con metodi attivi.
http://www.kimila.it

Info & prenotazioni:
stefania.macchieraldo@gmail.com
340.74.60.184

Eventi

Ora so come dirtelo

Era digitale. Reazioni ai post e like alle foto fanno da impalcatura al mondo comunicativo e anche le relazioni d’amore finiscono intrappolate in parole non dette, silenzi fraintesi, disorientamento tra un like  e un commento che pare contraddirlo, tra le parole in casa e le parole sui social.

Dubbi, emozioni che si intrecciano senza sapere come districarsi e la soluzione sta lì, nel re-imparare a dire quello che non hai ancora detto. Puoi imparare a trovare le parole giuste per dire il tuo amore o per chiudere una relazione, per chiedere come puoi migliorare la vita dell’altro e esprimere come l’altro può migliorare la tua.

 

Due incontri individuali o di coppia da 60 minuti, in studio a Rovereto o online, via Skype.

Obiettivo: re-imparare a dire quello che non hai ancora detto 

Materiale: te e una fotografia che racconti la tua relazione d’amore

Quando: Dal 14 febbraio al 31 marzo, in collaborazione con Amori 4.0

Costo: In occasione dell’iniziativa, il pacchetto “Ora so come dirtelo…” è proposto a 99 euro.

 

Per informazioni e richieste di appuntamento: fontanella.francesca@gmail.com

 

Eventi

Mindfulness per cuori agitati in cerca di pace

DATA E LUOGO
Mercoledì 7 marzo ore 20.30-22.00 presso via Bonporti 38, Padova.

CONDUTTORE
Dr. Alessio Congiu, Psicologo e specializzando in terapia cognitivo-comportamentale

L’incontro prevedrà una prima descrizione della Mindfulness, che verrà presentata ai partecipanti come tecnica di meditazione utile ad interrompere i meccanismi di rimuginazione ansiosa e ruminazione depressiva, innescati a seguito della possibile insorgenza di problematiche all’interno di una relazione significativa, per mezzo di un incremento della consapevolezza del momento presente. Seguirà una parte pratica durante la quale il conduttore guiderà i partecipanti nel focalizzare la propria attenzione a livello del respiro, delle sensazioni corporee e dei pensieri percepiti durante la pratica. Per facilitare le persone presenti nell’assumere un atteggiamento mentale idoneo per lo svolgimento degli esercizi, potranno essere proposti stimoli uditivi funzionali a calare i partecipanti in contesti di vita quotidiana. Al termine di ogni pratica seguirà quindi un breve dibattito circa quanto vissuto durante l’esercizio, e verrà offerta una restituzione utile a migliorare la pratica individuale.

 

Eventi

Pillole di felicità in Amore

Istruzioni per un buon uso delle relazioni e dei suoi effetti
Parma, 24 febbraio, 2018-presso i Locali del Centro Quintessenza- via Parigi,19/c
ore 10.00-16.30
costo 60.00

Dott.Emanuele Arletti, psicologo-psicoterapeuta
Dott.ssa Amalia Prunotto, psicologa-psicoterapeuta
Dott. Andrea Giuffredi, coach umanista_istruttore Mindfulness, autore de “Scopri le tue potenzialità, e riparti da Te,” Mursia, 2108 (in corso di pubblicazione)

Le diverse visioni dell’amore, le fasi della coppia, i miti familiari e le idee perfette con cui tendiamo ad osservare, connetterci e giudicare l’altro/a: sono alcuni degli elementi da cui iniziare per la creazione di nuove lenti di riflessione sulle modalità dello stare in coppia. La consapevolezza di sé e delle personali caratteristiche, aspettative e fragilità, può aiutare a creare percorsi virtuosi trasformando le colpe proiettate in responsabilità reciproche. L’intervento vi fornirà strumenti e nuove lenti per vivere e leggere i rapporti come co-costruzione di percorsi,sostituendo le idee di realtà con le idee di possibilità. Attenzione sarà destinata all’orientamento all’esperienza del self-help groups( su modello ed esperienza Lidap, ad integrazione di altri percorsi e monitorato ) come possibilità trasformativa. Sarà illustrato inoltre un modello per migliorare l’autostima attraverso l’identificazione e lo sviluppo delle potenzialità individuali e sociali ( in “scopri le tue potenzialità e riparti da te”,a cura di A.Giuffredi, Mursia, in corso di pubblicazione)e si apprenderanno, attraverso la pratica di esercizi mindfulness e di distensione immaginativa creati ad hoc,modalità per incrementare la consapevolezza corporea ed emotiva e sostituire le emozioni disfunzionali con modi di essere più costruttivi.
Due specifici incontri successivi, di approfondimento, rilevazione di eventuali criticità e di restituzione, andranno a costituire l’esperienza formativa

A seguire, a cura di Emanuele Arletti:

Pillole di felicità: secondo step; con Andrea Giuffredi
(le mie potenzialità: quali ho scoperto?Come le incremento?)
Spazio di approfondimento e di nuove ricerche verso la felicità

mercoledi 21 marzo, 2018 ore 20.30-22.00

Pillole di felicità: terzo step, con Amalia Prunotto
programmazione inserita in -Ebook della Felicità, 2017-2018
“paura di volare: il gruppo di auto aiuto per…. spiccare il volo!”Lidap, Parma.
http://www.amaliaprunotto.com

Parte della quota sarà devoluta a Lidap Parma per le attività associative previste

Eventi

La saggezza del corpo nell’incontro con l’altro

Gran parte della sofferenza che sperimentiamo nella nostra vita deriva dal rapporto con le altre persone.
La via al benessere e al vivere serenamente, quindi, passa attraverso percorsi evolutivi che implichino e che ci coinvolgano con l’Altro.
Per questo motivo abbiamo scelto di mettere a punto giornate esperienziali che vedono insieme due modalità diverse di lavorare su se stessi ma che condividono la centralità della dimensione della relazione umana: la Mindfulness Relazione e il Teatro dell’Anima.

La Mindfulness è una pratica di consapevolezza in grado di esercitare un’influenza potente sulla salute, sul benessere, sulla felicità delle persone, liberando da stress, ansia, infelicità.
La Mindfulness relazionale prevedere il coinvolgimento attivo degli altri nella pratica apportando un forte contributo alla consapevolezza ed alle abilità relazionali di ognuno.

Il Teatro dell’Anima è un laboratorio attivo dove addestrarsi a vivere in modo più appagante, un contenitore caldo, accogliente e sicuro, dove non si è mai soli; un luogo di incontri speciali; un posto dove imparare a conoscere meglio se stessi attraverso gli altri; scoprire, liberare e realizzare la propria creatività;costruire e rinforzare la propria autostima; un luogo dove prendere in mano la propria vita; dove imparare a liberare e gestire le emozioni; sviluppare il proprio pensiero e la propria consapevolezza; scoprire e valorizzare il meglio di sé; affrontare e superare i problemi e le paure.

La serata è presenterà il percorso, illustrerà le tematiche e darà ai partecipanti un saggio dei metodi coinvolti.

Costi di partecipazione?
La partecipazione è riservata agli associati.
Per informazioni e prenotazioni:
Nuova Mente, viale Macallé, 10 Biella
http://www.nuova-mente.org/
serena@nuova-mente.org
tel 347 0537574

Quando?
Giovedì 22 febbraio 2018 ore 21,00

Dove?
Nuova Mente, viale Macallé, 10 Biella

Con chi?
D.ssa Stefania Macchieraldo
Psicologa, Sociologa, Conduttrice di gruppi con metodi attivi
http://www.kimila.it

per informazioni:
serena@nuova-mente.org
tel 347 0537574

Eventi

Comunicazione affettiva positiva: volersi bene per stare bene

Laboratori di comunicazione affettiva positiva.

Presentazione: 17 febbraio 10 – 13

Via Firenze 16 (Ponte San Nicolò – Pd)

Gli incontri avverranno il:

3 – 17 – 31 marzo

14 – 28 aprile

Laboratori in piccolo gruppo destinato a chi vuole conoscere i propri modelli comunicativi e relazionali e apprendere facili strumenti per affrancarsi da situazioni disfunzionali e tossiche.

ll  contesto di incontro è quello attivo e coinvolgente del piccolo gruppo, in cui è agevole fare esperienza di sé.In  questo percorso il gruppo diventerà  strumento:Il  riconoscimento e la  valorizzazione del proprio sentire emozionale ci porterà ad un incremento dell’autostima, ad una maggiore fluidità della dimensione relazionale,  arricchendo di significati  i rapporti con gli altri nel nostro quotidiano. In  modo facile e appassionante, in un contesto sicuro, facilitante e non giudicante, attraverso esplorazioni guidate del proprio immaginario interiore, role-playing, mappe  transgenerazionali, work-out  e esercizi di bioenergetica, apprenderemo nuovi modi di entrare in relazione e di comunicare,orientandoci verso percorsi di trasformazione e cambiamento, che ci permetteranno di districarci nelle situazioni relazionali più complesse, e, soprattutto, di evitarle.

Laboratorio a cura della dott.ssa Maria Zampiron, psicologa, psicoterapeuta, specialista in edmr  www.drssamariazampiron.it/

co-conduttori :

Amalia Prunotto  psicologa-psicoterapeuta, referente progetto amori 4.0 www.amaliaprunotto.com

 Alessio Congiu  psicologo, specializzando in psicoterapia, referente progetto  amori 4.0

Eventi

La principessa che aveva fame d’amore

All’interno della rassegna nazionale Amori 4.0 incontreremo Maria Chiara Gritti, autrice del libro “La principessa che aveva fame d’amore”.

Venerdì 23 marzo ore 19.00

Via XX settembre 63

Libreria La forma del libro – Padova

Trama: Belle, buone, brave e obbedienti: quante donne hanno imparato fin dall’infanzia che questo è l’unico modo per essere amate? Come succede ad Arabella, la protagonista di questa favola: pur essendo capace, intraprendente e piena di talenti, è pronta a sacrificare la sua allegria, la sua curiosità e i suoi stessi bisogni per compiacere i genitori e sentirsi apprezzata. Ma c’è qualcosa che grida dentro di lei, un grumo di insoddisfazione che le lacera lo stomaco e la rende irrequieta e vorace: è la sua fame d’amore. Si convince che solo un uomo potrà placarla e va dritta nella Città degli Incontri. Ma come può una ragazza poco nutrita d’affetto riconoscere il sapore del vero amore? È sin troppo facile accontentarsi di un riempitivo qualunque. Per fortuna c’è qualcuno pronto a darle una bella svegliata e guidarla a trovare la giusta ricetta. In questa favola, la psicoterapeuta Maria Chiara Gritti affronta con ironia e delicatezza la “love addiction”, quella strana cecità del cuore che porta a scambiare ogni rospo per un principe, a cui dare tutto in cambio di… niente. Troppe principesse ne soffrono, si aggrappano a rapporti squilibrati nei quali perdono autostima, fiducia e sorriso. Basta, non dobbiamo più accontentarci delle briciole, insegna la favola di Arabella: l’unico modo di nutrire il vero amore è imparare a nutrire noi stesse. E dovrà essere il principe a mostrarsi degno di noi.
Autrice: Maria Chiara Gritti, psicologa e psicoterapeuta a Bergamo, esperta nel trattamento della dipendenza affettiva, da anni conduce gruppi terapeutici sulla love addiction. Ideatrice di un percorso di guarigione innovativo sulla dipendenza amorosa, tiene corsi di formazione rivolti a psicologi per diffondere l’applicazione del suo metodo di intervento.
Durante l’incontro avrà luogo una tavola rotonda tra professionisti esperti nel settore.

Per ulteriori informazioni:
gruppoamori4.0@gmail.com
Dott.ssa Amalia Prunotto (www.amaliaprunotto.com)
Dott.ssa Marianna Martini: marianna.martini.2@gmail.com

Eventi

Corpi espressivi in movimento

Incontri di danzaterapia metodo espressivo-relazionale

presso l’associazione “Nuovi Inizi” via Redi 23 Milano (MM Lima)

L ‘iniziativa partecipa alla rassegna nazionale degli eventi Amori 4.0 viaggio nel mondo delle relazioni di oggi

Spesso sperimentiamo nelle nostre relazioni, incomprensioni, distanze, invasioni, oppressioni, che non ci fanno vivere bene. Tensioni, preoccupazioni, dolori si manifestano non soltanto nei pensieri ma anche nel corpo sotto forma di irrigidimenti, desensibilizzazioni…Ritornare a fluire in modo sano funzionale vuol dire migliorare la propria vita in termini di maggiore energia e vitalità.

Il 21 febbraio a Milano inizierà un ciclo d’incontri di danzamovimentoterapia, di due volte al mese fino a maggio 2018, per apprendere a fluire nella relazione.

La metodologia della danzaterapia a carattere espressivo relazionale ha lo scopo di agevolare in modo naturale la relazione tra le persone attraverso i corpi in movimento consapevole, si avvale della musica come supporto al movimento e di oggetti mediatori.

Gli incontri saranno centrati sul: risveglio e attivazione sensoriale percettiva individuale e di gruppo, lavoro sul peso e sostegno,  sullo spazio nel gioco di vicinanze e distanze

Obiettivi : aumentare la consapevolezza corporea, sciogliere blocchi e rigidità muscolari, apprendere maggiore presenza e fiducia, aumentare piacere funzionale, conoscere attraverso il corpo emozioni e loro regolazione,  facilitare la relazione e apprenderne nuovi linguaggi.

 

Conduce Francesca Pantò: danzamovimentoterapeuta, (Dmt-ER) psicologa, counselor e formatrice  Informazioni e iscrizioni: 347 0827861 ipercorsidipan@gmail.com  prenotazione obbligatoria entro Il 18 febbraio 2018