Eventi

L’aspettativa nelle coppie

Iniziare una relazione con l’aspettativa di cambiare il partner, plasmarlo per renderlo più empatico, affettivo, loquace o altro è un errore che molti fanno.

Le aspettative hanno radici profonde rintracciabili già nei rapporti genitore-bambino e riproducendosi nelle relazioni amorose.

In un rapporto a due spesso le aspettative diventano pretese che l’amato deve conoscere apriori; in questo modo si scarica sull’ altro la propria responsabilità evitando di esprimere in modo assertivo le richieste che danno in contributo alla costruzione di coppia intesa come due identità che si accettano e si “mettono in gioco”.

Durante questo incontro affronteremo il tema delle aspettative ed il valore che hanno per ciascun individuo in coppia e come tendiamo a dimenticare che l’altro è diverso da noi.

La conoscenza, l’accettazione di sé stessi e dell’altro, sono le chiavi di una relazione sana e duratura. E quanto è importante essere assertivi?

Il seminario vi permetterà di approfondire le principali regole.

Ci vediamo il 20 marzo dalle 19.00 alle 21.30 a Milano in via Faruffini 6, Associazione PuntoUno, conducono la Dott.ssa Filomena Siringano, Psicologa e la Dott.ssa Anna Dominijanni, Psicologa

Per info e prenotazioni:

menasicignano@hotmail.it

ph.3336027762

 

 

Annunci
Eventi

Curare il cuore con le visualizzazioni e l’autoipnosi

A cura della Dott.ssa Maria Letizia Rotolo, psicologa-psicoterapeuta

Sabato 10 marzo 2018 dalle ore 15,30 alle 18,00

HaiSpazio, via Galeotti 5, Bologna (q.re S.Donato)

Incontro esperienziale con l’utilizzo di tecniche di rilassamento, le tecniche di visualizzazione e l’autoipnosi per curare le “pene d’amore”.

Curare quel dolore cupo e sordo che impedisce di vivere, di respirare e assaporare la vita. Quella straziante esperienza d’abbandono e di fragilità interiore. Attraverso le tecniche di rilassamento si lavorerà con le visualizzazioni. L’uso dell’immagine è il prodotto di una funzione psichica che agisce sia sulla parte conscia che inconscia della personalità. Costituisce un mezzo efficace che ci permette di esplorare l’inconscio e mantenere, nello stesso tempo, il contatto con la parte conscia della nostra personalità. È un potente strumento terapeutico per trattare le “ferite del cuore”.

L’ipnosi ericksoniana parte dal presupposto di un duplice funzionamento della mente conscia e della mente inconscia.

All’emisfero non dominante Erickson attribuisce invece una particolare capacità responsiva all’ipnosi ed alla suggestione, assegnandogli la presenza dell’insieme dei processi che sorgono particolarmente al di sotto del livello di coscienza e che formano l’inconscio nell’accezione ericksoniana di “mente inconscia”.

La mente inconscia è dunque la sede delle risorse creative, evolutive, libere da vincoli e da limitazioni.

Erickson si propone di arginare l’intervento limitante della mente conscia e di far emergere le risorse sopite della parte inconscia in modo che il paziente inizi un percorso di autoterapia che prosegue autonomamente nel tempo

La prenotazione è obbligatoria ed è possibile effettuare un colloquio gratuito preliminare.

Costo: €20,00 a partecipante

Per informazioni e prenotazioni: telefonare al 3286852606 o scrivere a marialetizia.rotolo@hotmail.it

Eventi

Io, te e lo schermo: quando per amarci scegliamo internet

Quanto è difficile trovare l’amore nella “realtà”? È davvero così facile intraprendere una relazione tramite una chat? Quanto mostriamo realmente di noi in una relazione che nasce e/o si perpetua su una chat?

In una società che richiede di essere sempre più veloci ed efficienti, l’ausilio di internet rischia di soppiantare le relazioni faccia a faccia ed il contatto umano ne risente.

Ecco che sempre più persone in difficoltà nel conoscere e farsi conoscere dal vivo, cercano un’opportunità di incontro con l’altro, tramite lo schermo di una chat di messaggistica istantanea (whatsapp, tinder, badoo, telegram, etc.)

Le ripercussioni possono essere diverse.

Tra le tante, lo schermo distorce la realtà dell’incontro tra due persone, tanto che un individuo può cominciare a pensare che avere una relazione virtuale significhi avere una relazione reale.

L’incontro presentato dalla dott.ssa Tiziana Montalbano, psicologa e dalla dott.ssa Chiara Miretti, psicologa e psicoterapeuta, si propone di spiegare e approfondire queste nuove forme di relazioni affettive, cause e conseguenze.

La partecipazione all’evento prevede una quota di 20 euro.

16 marzo 19:00-20,30 c/o Spazio bianco via S. Alguissola 50, Milano (M1 – Bande Nere)

Per ulteriori informazioni e iscrizioni:

chiara.miretti@hotmail.it

tiziana.montalbano@hotmail.it