Eventi

Essere single per scelta o per amore?

Quando? 1 aprile dalle 19.30 alle 21,30

Biblioteca  multimediale Roberto Ruffilli, Vicolo Bolognetti, 2, 40125 Bologna BO

 

 

I single in Italia sono in continuo aumento: alcuni rinocorrono una storia d’amore tutta la vita, altri rinunciano dopo una delusione perchè è troppo difficile o non sono interessati alla vita di coppia.  L’essere single è determinato da fattori del presente o del passato di cui spesso non si è consapoli e che influenzano le proprie scelte. La propria vita relazionale è influenzata da dinamiche personali, condizionamenti familiari del passato, dalla persona con cui si decide di creare una relazione e dal momento di vita che stiamo attraversando.

 

 

L’obiettivo è indagare quali sono le paure che impediscono di creare nuove relazioni affettive, come potersi aprire nuovamente all’amore e quali sono i benefici dello stare soli.

 

 

Relatrice: Giannini Luana, psicologa e psicoterapeuta, terapeuta EMDR I e II livello, Trainer certificato in Interventi basati sulla Mindfulness (MBSR e MBCT) presso la scuola di specializzazione in psicoterapia cognitiva Apc e Spc di Roma.

 

Informazioni: Luana Giannini – mail: gianniniluana@libero.it- cell: 3483889302 .

È gradita la prenotazione all’evento.

 

Sede: Biblioteca multimediale Roberto Ruffilli, Vicolo Bolognetti, 2, 40125 Bologna BO

 

Annunci
Eventi

Schema Therapy: come far funzionare la coppia (Bologna)

In questa conferenza verranno illustrati i principi di base della Schema Therapy interpersonale e in che modo questo approccio integrato può essere d’aiuto alle coppieche desiderano migliorare la loro relazione.
Una parte importante di un tale percorso include anche la psicoeducazione della coppia che permetterà ai partner di essere coscienti e di riconoscere all’interno della loro relazione: i bisogni di ciascuno (attaccamento e assertività) e come possono essere soddisfati in modo maturo e saggio e inoltre come passare dalle strategie comportamentali disfunzionali alle strategie adattive e funzionali.
Questo tipo di percorso porta la coppia a sviluppare una vera e propria cultura di partnership, cioè una maggiore consapevolezza dell’importanza di coltivare la connessione sia emotiva che mentale e a impegnarsi insieme per il benessere e la felicità comune, sia attraverso progetti di vita di lungo termine che attività gratificanti nella quotidianità. Allo stesso tempo si impara che stare bene in coppia significa anche lo sviluppo delle peculiarità e delle potenzialità di ciascuno, nel rispetto e con la complicità amorevole e saggia dell’altro.

 

Che cos’è la Schema Therapy

La Schema Therapy è una metodologia psicoterapica di ultima generazione che integra elementi di Terapia Cognitiva Comportamentale, della Gestalt, della Terapia Psicodinamica, della Teoria dell’attaccamento e della Psicoterapia Focalizzata sulle Emozioni.

Secondo il suo l’ideatore, Jeffrey Young, ogni individuo ha dei bisogni emotivi universaliche esistono sin dalla prima infanzia come per esempio; di attaccamento sicuro, di accettazione, di amore, di cura, di protezione, di autonomia, di spontaneità e gioco; di sentirsi liberi di esprimere se stessi e le proprie emozioni, di avere dei limiti realistici che  favoriscono lo sviluppo dell’autocontrollo. Lo scopo principale di un’educazione efficace nella famiglia, ma anche all’interno della scuola; è aiutare il bambino a soddisfare in modo adeguato tali bisogni, ma non sempre ciò accade; la frustrazione di questi bisogni, soprattutto nell’infanzia, ma anche nell’adolescenza, porta alla creazione degli schemi psicologici maladattivi precoci e a comportamenti disfunzionali.

Molte relazioni di coppia hanno alla base una forma di complementarietà disfunzionaledi schemi e comportamenti che; da una parte crea la “chimica” e l’attrazione che li tiene insieme, dall’altra parte è fonte di tensioni, liti e sofferenza.

La peculiarità della Schema Therapy interpersonale è che non implica unicamente il lavoro con la coppia; ma prevede anche una serie di sedute individuali nell’ambito di un programma di trattamento specifico per ciascun partner; molto importante per lavorare sui propri schemi e comportamenti che sono fonte di sofferenza e tensione nella coppia ma hanno origine nella propria storia personale.
Un’altra modalità può essere quella di iniziare a lavorare con un unico partner per poi coinvolgere l’altro in un momento successivo.

 

 

Mercoledì 27 Marzo ore 20,30-22,00

presso Sala Alessandri del Centro Civico Michelini – Corticellavia Gorki10 Bologna

 

Informazioni ed iscrizioni:

 

Dott.ssa Corina Costea

https://bolognapsicologo.it/

Tel: 3281773264 (anche sms o whats app)

 

Eventi

Amori 4.0: l’universo degli affetti nel terzo millennio”, incontri e laboratori a Padova dal 28 febbraio al 4 aprile 2019

Per il secondo anno consecutivo, la rete dei professionisti “Amori 4.0” proporrà a Padova, dal 28 febbraio al 28 marzo 2019, la rassegna “Amori 4.0: viaggio nel mondo gli affetti” con incontri, seminari e laboratori sui temi delle relazioni ai tempi dei selfie e dei social network, mettendo esperienza e competenze a disposizione di cittadini e colleghi.

La rete “Amori 4.0” con psicologi, psicoterapeuti ed altri esperti nel mondo delle relazioni del Terzo Millennio, nasce da un’idea della psicologa e psicoterapeuta padovana Amalia Prunotto e dal modello Lidap Onlus (Lega Italiana contro i Disturbi d’ansia, d’Agorafobia e da attacchi di Panico) sez. di Parma, con l’obiettivo di sensibilizzare, informare e orientare verso proposte di benessere, di affettività sana, di condivisione di esperienze attraverso l’auto aiuto e percorsi psicoterapici di nuova generazione, capaci di rispondere in modo efficace ai quesiti del nostro tempo, pur attingendo dalle sapienze degli approcci del passato.

Ecco tutti gli eventi in programma in città:

Libreria IBS di via Altinate 63 – Ingresso gratuito

Giovedi 28 febbraio, dalle 18 alle 19, Gaia Parenti psicologa e “Dottoressa del Cuore” presenta il suo “Manuale di prevenzione amorosa per donne single”.

A seguire, dalle ore 20, apericena inaugurale della rassegna presso “Locanda Peccatorum” (Via S. Martino e Solferino, 28) insieme a Gaia Parenti per una degustazione a prova d’amore per il cibo e non solo. Con sorprese frizzanti per gli invitati. Consumazione obbligatoria 10/15 euro a persona.

Venerdì 22 marzo, dalle 18 alle 19, Roberto Cavaliere presenta “Se non mi amo non ti amo” e “Quando l’amore non basta più”.

Libreria “La Forma del Libro” di via 20 Settembre, 63

Giovedì 14 marzo, dalle 18.30 alle 20, incontro con esperti sul tema “Narcisismo e Dipendenze affettive: nuovi temi, fra America e Italia”. Con la dott.ssa Elisa Montevecchi, medico esperta della psicofisiologia delle dipendenze, e Marzia Durante, counselor in formazione.

Giovedì 28 marzo, dalle 18.30 alle 20, incontro con esperti sul tema “Quello che gli Uomini non dicono (e le Donne non riescono a comprendere)”. Il maschile e il femminile interiori. Con la partecipazione degli psicologi-psicoterapeuti dott. Riccardo Drago e dott. Marco Lottici, e la dott.ssa Marianna Martini, psicologa.

Giovedì 4 aprile, dalle 18.30 alle 20, incontro con esperti sul tema “Pillole di felicità: ricomincio da me”. Alla scoperta dell’amore sano… e della felicità. Con la partecipazione della dott.ssa Elisa Montevecchi, medico, la dott.ssa Marianna Martini, psicologa, e Marzia Durante, counselor in formazione.

I tre incontri presso la Libreria La Forma del Libro sono a numero chiuso e l’iscrizione è obbligatoria. È richiesto un contributo spese di 20 euro a persona ad incontro per il materiale di lavoro che verrà fornito.

Per info ed iscrizioni

Amalia Prunotto: tel. 3382795278
amalia.prunotto@gmail.com
www.amaliaprunotto.com
www.amoriquattropuntozero.net 

Facebook: Amori 4.0

Eventi

Un amore tutto nuovo

Incontro sulla  neogenitorialità per mamme, papà …e anche per  nonni. Esploreremo in modo condiviso le emozioni e i sentimenti che questi nuovi ruoli portano con sé: gioia, sorpresa, meraviglia, unione, senso di appartenenza, senza trascurare gli aspetti di cui meno si parla: le parti più ombrose e nascoste fatte di ambivalenze e di conflitti. L’obiettivo dell’incontro è rendere comunicabile e condivisibile ciò che si prova, lasciando da parte i giudizi e l’aspirazione alla perfezione. Faremo insieme  un passettino in avanti per sentirci più mamma, più papà e più nonno/nonna. Approfondiremo cosa significa oggi essere genitori ed essere nonni e come tutte queste meravigliose figure di riferimento per i bambini possano “danzare insieme” senza pestarsi i piedi 🙂

 

Sede: Step 51 – spazio bimbi, via Montanara 49, 40026, Imola (BO)

Data 21/03/2019 ore 10.00

 

Organizzato da:

Rossella Zufacchi, psicologa con esperienza in ambito clinico e organizzativo.

Da anni conduce gruppi esperienziali sulle emozioni.

Fondatrice di Allenamento emozionale, studio di consulenza che lavora sulle emozioni in chiave creativa sia in ambito clinico che formativo.

Redattrice blog perinonni http://www.perinonni.wordpress.it

 

Eventi

Amori 4.0 vista mare!

Tornano i weekend di Amori 4.0 presso l’hotel Aragosta di Cattolica (Rimini)

Dal 5 al 7 Aprile 2019 vi aspettiamo con la dott.ssa Gaia Parenti che presenterà il suo ultimo ebook “Da Instagram all’altare. L’arte dell’incontro come non ve l’hanno mai spiegata”.

Durante il weekend saranno, inoltre, presenti Alma Chiavarini (fondatrice e facilitatrice Lidap), Amalia Prunotto, psicologa e psicoterapeuta, e la psicologa Roberta Maggioli che vi condurranno, con incontri di gruppo, attraverso le tematiche affettive per eliminare le false credenze e comportamenti fallimentari in amore.

Costo dell’intero weekend: 125€

Per prenotazioni contattare la Dott.ssa Maggioli al 335/5334721 (anche tramite whatsapp).

Vi aspettiamo!

Eventi

Amori 4.0 a Padova…

Le iniziative di Amori 4.0 tornano a Padova!

Il 28 febbraio vi aspettiamo alla libreria Ibis alle ore 18 (via Altinate 63).

Ospite dell’incontro Gaia Parenti (www.ladottoressadelcuore.com) che presenterà il suo libro “Manuale di prevenzione amorosa per donne single” – Ultra Edizioni.

Introdurrà l’incontro la dott.ssa Amalia Pronutto, psicologa e psicoterapeuta.

Non mancate!

Eventi

Send Nudes

SEND NUDES: Corpo, psiche e relazioni nell’era digitale

Il seminario vuole essere una riflessione sulla diffusione delle nuove piattaforme di incontri e socializzazione nell’era digitale. Facebook, Instagram, Tinder, Snapchat e molte altre sono solo alcune delle app che tessono il nuovo modo di entrare e stare in relazione con gli altri, oltre che con noi stessi. Possibilità di comunicazione h24, in qualsiasi momento e in qualsiasi parte del mondo, anonimato, tracciabilità delle informazioni, simultaneità della comunicazione audio/video, sono condizioni che rendono necessario interrogarsi sui possibili effetti sulla psiche umana e sui nuovi scenari che questo può generare nell’ambito delle dipendenze. Le immagini come veicolo primario di contatto e formulazione di giudizio saranno il punto di partenza per addentrarci in una narrazione che esplori psicologia, sessualità e dipendenze, evidenziando le nuove difficoltà, i rischi e gli ostacoli allo sviluppo di una relazionalità sana nel terzo millennio.

17:00 Apertura dei lavori e introduzione al seminario: Mente-Corpo-Relazione

17:45 Panoramica delle app più in voga: Come funzionano, a che bisogni rispondono

18:15 Racconto: “Storie dal mondo digitale”. Narrazione come strumento di riflessione

18:30 Conclusioni e restituzione

L’incontro sarà presentato da Jessica Buscemi, psicologa, e da Giulia Carrara, dott.essa in psicologia.

La partecipazione all’evento è gratuita.

17 marzo 17:00-19:00, presso la  “Casa della Cooperazione” Via Ponte di Mare 45/47 – 90123 Palermo

Per ulteriori informazioni e iscrizioni (fino a 30 posti): carrarajules@gmail.com

Eventi

Umano troppo umano

“Amore come umanità nei luoghi di vita quotidiana”, un evento serale gratuito aperto a soci e cittadini il 26 marzo ore 20 presso Associazione PuntoUno, via Faruffini 10 a Milano condotto dalla psicologa e psicoterapeuta Tatiana Sicouri.

La proposta si inserisce una dimensione collettiva, afferente alla sfera della Psicologia di Comunità, considerando l’amore nella sua accezione più ampia, antropologicamente parlando, di Umanità e Rispetto verso il genere umano, come individuo parte della Comunità cui appartiene.

L’Amore è declinato nella sua sfumatura più informale e impercettibile, che sfiora le relazioni di ogni giorno, dal condominio in cui si abita al luogo di lavoro, in cui si abita per una parte della propria giornata, ma comunque una grossa fetta della propria vita.

L’amore verso l’Altro prescinde da una visione religiosa o spirituale, ma si colloca laicamente in una più concreta e funzionale percezione di sé all’interno della realtà contingente della propria vita come prospettiva etica, proprio in un’epoca in cui è molto facile comunicare a distanza, dietro lo schermo di un’immagine irreale e impalpabile, ma molto meno facile entrare in relazione diretta e autentica con le persone che incontriamo ogni giorno…sul pianerottolo, alla riunione genitori, sul metrò, dal panettiere, nell’ufficio accanto…

L’idea di un’amore-rispetto verso l’umanità, per quanto ostica ed estranea, è quella di orientare lo sguardo davanti a sé, alzando gli occhi dal proprio personale-mondo-digitale per affrontare con un saluto, una parola, un gesto… le persone in carne ed ossa che incontriamo ogni giorno.

Eventi

Quando l’amore fa paura

Viale Abruzzi, 11 – Milano – venerdì 9 marzo 2018, h 19.00-21.00

RELATORI: Dott.ssa Paola Brussa -Dott.ssa Athena Santoro (psicologhe e psicoterapeute della Gestalt)

La possibilità di far parte di una coppia o di rendere la relazione amorosa più stabile spesso ci affatica o costituisce un vero problema. Tendiamo ad evitare il legame sentimentale o lo viviamo con superficialità, scegliendo frequentazioni piuttosto che relazioni, complice anche una tendenza sociale di cui le app di incontri sono una chiara manifestazione. Quando scegliamo di stare in coppia, incontriamo alcune difficoltà come porre l’attenzione solo sui difetti del partner o provare un’angoscia costante e spesso infondata di essere traditi: tutte sensazioni che ci portano in tempi più o meno lunghi a preferire la rottura. Altre volte ci innamoriamo di partner impossibili o non completamente raggiungibili, rimanendo bloccati anche per anni in “storie-non-storie”.

Senza rendercene conto, attiviamo comportamenti volti in realtà a boicottare il desiderio di relazione, perché il legame amoroso ci fa paura.

Cosa ci porta a fuggire dalle relazioni? Cosa vuol dire davvero essere in coppia? Cosa possiamo fare per superare le difficoltà relazionali che sentiamo?

L’intento di questo gruppo è avvicinare i partecipanti alla scoperta del significato personale del legame amoroso, alla comprensione dei bisogni sottesi, ad una maggiore consapevolezza di ciò che si sceglie e degli eventuali ostacoli che si possono incontrare.

I partecipanti saranno coinvolti attivamente nell’esperienza di questo incontro, facilitati da alcuni spunti che le conduttrici utilizzeranno per trattare il tema.

Numero massimo di partecipanti: 8.

Partecipazione gratuita.

Per maggiori informazioni e per iscrizioni telefonare a:

Dott.ssa Paola Brussa, psicologa e psicoterapeuta, 349.2186817

Dott.ssa Athena Santoro, psicologa e psicoterapeuta, 331.4983539

Eventi

L’importanza del vissuto corporeo nella relazione

Se imparassimo ad ascoltare il nostro corpo e i segnali che ci manda vivremmo relazioni più adatte a noi e impiegheremmo meno tempo ed energia in relazioni che non ci corrispondono. L’ascolto del corpo è molto represso nella nostra società che deve risolvere immediatamente ogni piccolo sintomo con una pillola o un rimedio. È raro sentir dire “mi prendo un pochino di tempo per ricevere ciò che il mio corpo mi sta segnalando” e non è neanche tanto facile farlo! In questo gruppo ci prendiamo il tempo per far esistere la nostra vita attraverso il corpo e tentare di riceverla potendo farle spazio e cominciando a dirsi “io sono anche questo” nel tentativo di appropriarsi di tutto ciò che si sente per vivere come sé anziché come l’idea di sé.

La proposta di Esplorazione corporeo-relazionale cerca di dare spazio alla vita di ciascuno. Non si propone a priori di definire o cambiare o risolvere piuttosto invita ciascuno a tentare di “riceversi”, ricevere la propria vita come si può, in una relazione a due o in un gruppo. E’ una ricerca che propone di fare spazio al proprio vissuto così com’è (sensazioni, emozioni, immagini, ricordi, memorie, intuizioni, silenzio …) attraverso il corpo, la creatività e la parola.

La ricerca propone di prendere o ricevere coscienza della propria presenza e di quella degli altri, nel concreto della nostra vita di relazione. Questa esperienza ci risveglia a nuovi punti di vista, a delle domande. Essa da spazio anche a ciò che ignoriamo di noi stessi, a ciò che non sentiamo, a ciò che non sopportiamo dentro di noi e dentro l’altro. Porta ad una certa trasformazione delle nostre vite. Una ricerca accurata delle proprie reazioni che ci permette di aumentare presenza e padronanza di sé nella vita di tutti i giorni, potendo così ridurre le reazioni automatiche che ci portano a dover gestire conseguenze a volte gravi e dolorose.

Questo gruppo offre le condizioni di esplorazione più vicine alla vita di tutti i giorni per ascoltare ciò che tenta di dire il nostro corpo in relazione. Un tempo di esplorazione corporea libera che si prolunga nell’incontro a due o a molti. Libertà di improvvisazione corporale, contatto a distanza o più vicino. L’incontro prosegue con le parole scambiate intorno al vissuto.

Incontro esperienziale su prenotazione (i posti sono limitati)

Lunedì 5 marzo ore 20,15 – 22,45

Per informazioni e prenotazioni: ph. 3494932670  www.marziazunarelli.it

Associazione Noi Donne Insieme – Via Decumana 52/a – Bologna

Maternite-(II)